Contattaci subito!

Come diventare perito assicurativo: requisiti e “doveri”

Come diventare perito assicurativo: requisiti e “doveri”

Aprile 2, 2019 / 0 Comments / 43 /
Come diventare perito assicurativo

Volete sapere come diventare perito assicurativo? Quando si è decisi ad intraprendere questa forma di lavoro, bisogna innanzitutto soddisfare dei requisiti di base, che possiamo riassumere con i seguenti: è necessario conoscere appieno i diritti civili e avere un diploma superiore o una laurea di tre anni.

Tra l’altro, è opportuno aver già svolto, per suddetta mansione, un periodo di prova di almeno due anni. In più, è importante superare un esame apposito, non essere un dipendente dello Stato, e non svolgere mestieri correlati alla riparazione di autovetture o simili.

Troppi dettagli? Se tutto questo non vi spaventa, allora siete già sulla buona strada e, probabilmente, si tratta davvero del mestiere più adatto a voi.

L’apprendimento del lavoro: alcuni consigli su come diventare perito assicurativo

Come menzionato, un aspetto fondamentale da considerare quando si desidera intraprendere questa carriera, sta nell’acquisizione delle competenze. Tramite una prova presso un perito esperto, di almeno due anni, si avrà la formazione necessaria per poter svolgere la mansione in completa autonomia. Quindi, questo passaggio non è da sottovalutare, anche se un biennio, si sa, non è poco.

Tuttavia, bisogna ricordare inoltre che sarà necessario presenziare in maniera assidua alle attività portate a termine dal professionista. Solo in questo modo si potrà ritenere valido il percorso di tirocinio svolto. Alla fine di quest’ultimo, dovrà essere rilasciato un apposito documento che ne attesta lo svolgimento.

Come iscriversi alla prova di perito assicurativo?

Chi vuole sapere come diventare perito assicurativo dovrebbe necessariamente conoscere anche i dettagli riguardo la prova. Infatti, è opportuno considerare che ci saranno determinate quote da versare al Consap, costituite da un costo iniziale di 16 euro e da una quota governativa di 168 euro. Annualmente, ci sarà poi da versare una quota di mantenimento, che varierà di anno in anno.

Nel caso in cui si voglia rinunciare all’esame, e quindi alla mansione, semplicemente per scelta o per mancanza di requisiti, la decisione dovrà essere comunicata tramite domanda con bollo, sempre al costo di 16 euro. Nell’eventualità di un ripensamento, ci si potrà comunque ripresentare alla prova per poter svolgere la mansione di perito assicurativo, iscrivendosi nuovamente e ripagando la stessa quota.

La preparazione teorica necessaria: i libri di testo

Coloro che desiderano capire esattamente come diventare perito assicurativo devono sapere che, per prepararsi all’esame che attesterà le conoscenze per la mansione, sono disponibili diversi libri. I testi in questione sono reperibili sia in formato cartaceo che elettronico e permettono di prepararsi al meglio.

Oltre che di contenuti teorici, questi libri propongono migliaia di quesiti da risolvere. Pertanto, una volta acquistato il testo, si avrà anche la possibilità di testare il proprio grado di preparazione, determinando se si è pronti o meno ad affrontare l’esame vero e proprio.

Insomma, intraprendere questo mestiere non è decisamente un gioco da ragazzi. Tuttavia, chi lo desidera davvero riuscirà a semplificare tutto il percorso di studio e di apprendimento, proprio grazie alla sua buona volontà e determinazione…

Anche oggi abbiamo cercato di darvi un valido aiuto, spiegandovi come diventare perito assicurativo. Nei prossimi articoli, tratteremo altri argomenti molto interessanti. Quindi, non perdetevi i futuri aggiornamenti del nostro blog!

HAI BISOGNO DI ASSISTENZA? CONTATTACI.

CLICCA QUI